U.I.C.I.: la commissione barriere architettoniche e cani guida tra le strade di Marcianise

U.I.C.I.: la commissione barriere architettoniche e cani guida tra le strade di Marcianise

Gli esperti della commissione provinciale barriere architettoniche e cani guida della U.I.C.I. di Caserta sono stati a Marcianise per verificare le barriere architettoniche e sensopercettive presenti tra via Novelli, via Quercia, Via Duomo, via Nicola Gaglione e piazza Buccini.

La verifica ha avuto inizio a partire dalla scuola media Calcara e ha proseguito per tutta la percorribilità di via Novelli e le strade collegate.

Il 90% del percorso non permette ai pedoni di camminare in sicurezza, l’area pedonale è costituita da zanelle di circa 50 cm e da una pavimentazione diversificata che in alcuni punti è del tutto inesistente, mentre in altre zone non corrisponde ai requisiti minimi di sicurezza, fatta eccezione per l’area presente dinanzi alla scuola media.

L’accesso ai servizi non è garantito: i marciapiedi sono ben oltre le misure standard previste dalla norma, passi carrabili occupano direttamente la pavimentazione stradale, senza contare auto parcheggiate selvaggiamente.

Inoltre, sono stati identificati due cantieri in esecuzione e che purtroppo non prevedono la messa in sicurezza dei pedoni.

Il responsabile associativo della commissione, il sig. del Piano Vincenzo: “purtroppo la natura delle vie esaminate è complessa, le criticità rilevate sono serie, il disagio sollevato dal cittadino cieco di Marcianise fa affrontato con immediatezza. A breve produrremo una relazione tecnica che sarà inviata al sig. Sindaco, nella speranza che costituisca un tavolo tecnico per affrontare la questione”.

L’U.I.C.I. di Caserta da sempre offre la propria collaborazione ad enti pubblici e privati per l’applicazione di una progettazione universale, l’accessibilità di edifici, spazi e luoghi aperti al pubblico non garantiscono solo alle persone con disabilità o con ridotta mobilità (PRM) di poter usufruire dei servizi, ma consente a tutta la cittadinanza di poter vivere a pieno la propria città, migliorando così la qualità di vita di tutti.