Facebook è grande e grande è il suo popolo

Facebook è grande e grande è il suo popolo

Il dilagare dei “mezzi di distrazione di massa”, come li definisco io, quali facebook, twitter ecc., hanno creato un nuovo genere di rapporto tra chi scrive e chi legge. Nulla è più sicuro. Dall’ortografia alla grammatica, dalla logica alla sintassi, ogni aspetto della lingua e del pensiero può essere stravolto. Io stesso, in questo scritto, sto adottando uno stile prettamente da social network. I puristi della lingua mi perdoneranno, quindi, per qualche mia piccola “licenza poetica”.

Sui contenuti dei commenti, poi, stendiamo un velo pietoso. Su ogni affermazione si formano due opposti schieramenti: chi è pro e chi è contro. Uno dice: ”Due più due fa quattro”, immediatamente arriva il commento di chi contesta tale affermazione, estrapolandola dal contesto e argomentando la propria opposizione citando manuali algebrici arabi, scritti greco-bizantini e cazzate post-moderne.
Non mi credete. Facciamo una simulazione.

Come affronterebbe il popolo di facebook, la pubblicazione della notizia storica sull’arrivo di un messaggio proveniente da una civiltà extraterrestre? Il primo commento, sagace: “Ma siamo sicuri che il messaggio sia realmente di provenienza extraterrestre?”. Prima risposta, altrettanto sagace: “La notizia giunge da fonti NASA”.

Immediatamente il censore di turno, noto “cultore” della lingua italiana risponde: “Non si dice NASA, ma naso…’imparatevi’ l’italiano…”. “Accademico della crusca dei miei stivali ma quale naso. La NASA è l’agenzia di spionaggio spaziale”. “Ma che so ‘ste strunzate. La NASA è l’Agenzia Spaziale U.S.A.”.
A quel punto chi ha pubblicato il post, stravolto, è obbligato a precisare: “La notizia è certa. La stanno diffondendo tutti i media del mondo”.

Arriva un altro messaggio. “Non è sufficiente, come facciamo a sapere che non sia una congiura giudaico/massonica/capitalista? Firmato Svastica 2007”. “Vedete complotti dappertutto. Allora pure J.F. Kennedy, Bob Kennedy, Lady Diana, Ustica, Bologna, Italicus, Ambrosoli, Banco Ambrosiano, Stragi del ‘92 erano complotti? #007”. “Ma che so ‘ste strunzate”.

“Ma diciamola tutta…chissenefrega del messaggio, i problemi del mondo sono altri: inquinamento, l’invasione degli OGM, il cambiamento climatico ecc. Ma pensate veramente che una civiltà extraterrestre possa essere interessata al pianeta terra?”.

“Fratelli e sorelle, pentitevi dei vostri peccati. Il Signore perdona tutti, ma non bestemmiate più. Non può esserci una civiltà extraterrestre. La terra è al centro dell’Universo e l’uomo è l’unica creatura intelligente dell’intero creato! #un cattolico illuminato”. “Si, illuminato dall’ENEL” e vi risparmio gli altri commenti sarcastici inviati dal gruppo di astrofili “Il cannocchiale di Galileo”.

“Ma che so ‘ste strunzate”. “Renzi di qui…”. “Berlusconi di là…”. “Salvini, Meloni, Barbara d’Urso, il Grande Fratello V.I.P.”. “La testata al giornalista ad Ostia questo è il vero problema…”. “Il vero problema la mancata qualificazione ai mondiali. Come diavolo faremo senza la Nazionale!”. “Ma che so ‘ste strunzate”. “Ma chi sei?” “Sei hai coraggio, parla dei cerchi nel mais” “Animale: i cerchi nel grano…”. “Lo sapevo, ma non ‘aggio’ fatto in tempo a prendermi la licenza poetica come quello str..zo che ha incominciato tutt stu casin”.

Il solito ben educato: “Signori, moderate il linguaggio”. Risposta: “Fatti i c… tuoi”. “Amici calma, sembra che ci sia stato un errore. Il messaggio proviene da una città cinese”. “E come c…zo hanno fatto i cinesi a pubblicare un fake così clamoroso come un messaggio extraterrestre? #cotoletta milanese”. “Tramite Facebook!”

Ad maiora

UGO PERSICE PISANTI